Il mondo del lavoro in cui viviamo non è mai stato così flessibile. Uno studio Microsoft che ha coinvolto più di 30.000 lavoratori in 31 paesi ci racconta che “l’estrema agilità e l’alternanza tra ufficio e smart working determineranno il posto di lavoro del futuro post-pandemia”. Ma a una simile flessibilità seguono altre problematiche, ad esempio le tante ore trascorse davanti al computer e le lunghe giornate passate a districarsi tra la scrivania di casa e riunioni virtuali. Tutto quel tempo passato davanti a uno schermo minaccia la forma fisica dei dipendenti e rischia di comprometterne la voglia di trovare il tempo per mantenersi in forma, che si tratti di una corsetta, una breve sessione di yoga o esercizi a corpo libero. 

Non c’è dubbio che il miglioramento nella salute e nel benessere dei dipendenti determinerà un aumento delle prestazioni e dei profitti, mentre un eventuale calo della forma fisica avrà ricadute sul fatturato aziendale. Sempre più dipendenti lavorano da remoto in pianta stabile o per diversi giorni alla settimana, e le aziende sono chiamate a stimolarli a trovare il tempo per alzarsi dalla sedia e distogliere lo sguardo dallo schermo. Ma in che modo? Dopotutto, quasi il 45% dei professionisti che ormai lavorano a distanza in pianta stabile afferma che il proprio monte ore è superiore rispetto a quando si recavano in ufficio.

Concedere 10 minuti tra una riunione e l’altra per migliorare la forma fisica dei dipendenti 

In un periodo di grande difficoltà e incertezza come quello odierno, l’attività fisica può avere un impatto positivo sulla capacità dei dipendenti di soddisfare la nuova domanda di resilienza e agilità di cui le aziende hanno bisogno. Ma niente paura: è possibile ottenere una forma fisica ottimale sfruttando i 10 minuti che intercorrono tra le varie riunioni virtuali.

Secondo Blink Fitness, non sempre un allenamento prolungato produce risultati migliori. La chiave per ottenere il massimo da periodi concentrati di esercizio fisico, come per tante cose nella vita, consiste nel lavorare in modo più intelligente (e talvolta con maggiore intensità) ma non necessariamente per un tempo più lungo.  

Ad esempio, gli allenamenti da 7 minuti di Fizzup si basano su esercizi intervallati ad alta intensità (HIIT: high-intensity interval training), ovvero 12 esercizi di 30 secondi ciascuno, con 10 secondi di riposo tra ogni esercizio. Questa tipologia di allenamento consente ai dipendenti di alternare facilmente esercizi sotto sforzo che sfruttano il peso corporeo e sessioni di cardio, direttamente da casa.

Benefici fisici degli allenamenti di durata uguale o inferiore a 10 minuti

Allenamenti più brevi e frequenti possono aiutare i dipendenti a mantenere il proprio vigore, ripristinare l’energia dispersa e aumentare la fiducia in sé stessi, oltre a raggiungere gli obiettivi prefissati in termini di raggiungimento di una forma fisica ottimale.

Secondo Sworkit, una piattaforma che propone un ampio catalogo online di attività ed esercizi fisici, trovare nuovi modi per concedere del tempo da dedicare all’allenamento durante il giorno può rafforzare ossa e muscoli. Allenarsi di frequente e per periodi compressi è una strategia che gli ufficiali di marina utilizzano ormai da anni: impostano il timer sui propri orologi per ricordarsi di eseguire uno o due esercizi a ogni ora del giorno.

Benefici mentali di allenamenti più brevi e intermittenti

Le cosiddette pause benessere di dieci minuti possono ridurre lo stress, il senso di isolamento e altri effetti negativi sulla salute mentale causati da lunghi periodi di telelavoro davanti a uno schermo. È possibile che un allenamento più breve, regolare e di qualità maggiore sia in grado di prevenire che i sintomi dello stress prendano piede.

Il punto è che il benessere fisico dei dipendenti non dipende necessariamente da lunghe sedute in palestra. Le sessioni di 10 minuti o comunque i mini-allenamenti si sono dimostrati efficaci ai fini dell’aumento della massa muscolare, dell’accelerazione del metabolismo e della perdita di peso. Migliore forma fisica significa maggiore impegno, più produttività, meno assenteismo e profitti più alti.