Investire in un pacchetto specifico e attraente di benefit è uno strumento importante per attirare e fidelizzare i dipendenti nella vostra azienda. Inoltre, la gestione del benefit può essere strategica per motivarli e coinvolgerli, aumentando la produttività e la competitività dell’organizzazione.

E’ un luogo comune, al giorno d’oggi, che le retribuzioni non sono più i punti di principale interesse per i dipendenti alla ricerca di nuove posizioni. Le persone cercano anche le sfide e, soprattutto, pensano alla qualità della vita, sia all’interno dell’azienda e sia nella loro vita personale, in particolare sono alla ricerca di luoghi di lavoro dove è garantito un buon pacchetto di benefit.

I benefit sono decisamente importanti per ridurre il tasso di turnover. Inoltre, promuovono anche un ambiente positivo, dando valore alle persone che appartengono all’organizzazione. Questo genera un ambiente favorevole per aumentare la produttività e la competitività dell’azienda.

Pertanto, questo post riporta alcuni suggerimenti su come utilizzare al meglio i benefit presso la vostra azienda. Molte di queste iniziative sono abbastanza comuni nella maggior parte delle organizzazioni, altre sono un po’ più complesse, ma possono produrre risultati eccellenti.

Consigli su come gestire i benefit

Pianficazione

La policy di gestione dei benefit deve essere allineata alle esigenze sia del datore di lavoro, che cerca di motivare e coinvolgere i propri dipendenti al fine di migliorare la produttività e la competitività, sia del dipendente, che cerca i benefici per soddisfare talune necessità ritenute importante per mantenere un clima di lavoro positivo.

Pertanto, una pianificazione dettagliata è fondamentale per determinare quali benefit offrire, considerando sia gli obiettivi della società, sia le esigenze ed i profili dei dipendenti.

Conoscere il proprio pubblico

Prima di definire quali benefit verranno offerti ai dipendenti, è necessario sapere che cosa considerano importante, e quale benefit li spingerebbero a scegliere di lavorare presso la vostra azienda. Questo è un passo indispensabile per offrire un pacchetto di benefit personalizzato e più attraente possibile.

Attenzione alla legislazione

Prima di redigere un piano di benefit, bisogna cercare di capire quali sono le disposizioni legislative che lo regolano. Alcuni vantaggi, come ad esempio ferie pagate, tredicesima e straordinari sono elementi obbligatori. A volte, altri vantaggi sono stati definiti mediante contratti collettivi o trattative con i sindacati e hanno bisogno di essere rispettati. E’ anche importante essere consapevoli che alcuni benefit vanno erogati in denaro, come il bonus o il compenso variabile. Essi generano oneri sociali, che devono essere aggiunti ai costi legati alla policy dei benefit.

Essere trasparenti nelle policy di gestione delle risorse umane

Il pacchetto dei benefit risulta essere tra i principali elementi di interesse che stimolano i dipendenti a continuare a lavorare in una società, seconda solo alla retribuzione. Più la gestione di questo pacchetto sarà chiara, maggiori saranno le probabilità di fidelizzare i propri dipendenti.

La società ha bisogno di essere trasparente riguardo a quali sono i benefit, a chi e in quali condizioni essi saranno offerti, piano di salute, partecipazione agli utili, assistenza istruzione, ecc. Quando il dipendente sceglie una società, deve essere sicuro di tutto ciò che potrà ottenere in cambio per il suo operato.

E’ anche importante informare il lavoratore a quale livello di benefit appartiene. Nel caso di piani di salute, per esempio, è comune per la società offrire modalità differenti a seconda della posizione o del ruolo del dipendente.

Concentrarsi sulla qualità della vita

Le persone trascorrono la maggior parte della loro vita al lavoro. Pertanto, la qualità del tempo trascorso in ufficio è essenziale per sviluppare un benessere generale. Il ruolo di HR è in questo caso, fondamentale per generare un ambiente favorevole per i dipendenti, in modo tale che si sentano motivati a dedicare il loro tempo alla società. Bisogna promuovere la “Qualità della vita sul luogo di lavoro (QLW)” e per farlo, è indispensabile pensare ai benefit in modo strategico. Elementi quali le prospettive di carriera, retribuzione, ambiente di lavoro favorevole e comunicazioni interne efficienti sono essenziali per fornire ai dipendenti un senso di tranquillità e di impegno.

Inoltre, ci sono soluzioni particolari che possono aggiungere molto valore alla percezione del dipendente e all’impegno che l’azienda mette per promuovere la qualità della vita dei lavoratori, orari di lavoro flessibili, o anche ridotti in certe situazioni, la possibilità di lavorare da casa “home office”, congedo straordinario per progetti personali, collaborazioni con palestre e l’offerta di servizi differenziati in ufficio (salone di bellezza, massaggi, ecc) sono solo alcune delle diverse opzioni.

Benefit cards

La lunga lista di benefit, che le aziende potrebbero offrire ai propri dipendenti, a volte può passare in secondo piano. E’ abbastanza comune per il reparto risorse umane essere “inghiottito” dalle attività amministrative, tanto da non avere tempo da dedicare in modo strategico alla gestione del personale.

Una soluzione per facilitare tale gestione è l’uso di Benefit Cards. Al giorno d’oggi, il mercato offre alternative che sono sempre più adattabili a tutti i tipi di imprese e esigenze di una società. Questo è un modo per evitare il sovraccarico dell’ufficio Risorse Umane. Se, tale area ha meno attività amministrative da eseguire, avrà più tempo per sviluppare le strategie per migliorare il rapporto dell’azienda con i propri dipendenti.

Benefit Flessibili

Implementazione dei benefit “flessibili” è un’alternativa per personalizzare ulteriormente il pacchetto offerto ai dipendenti. In questo modo, l’azienda definisce un importo per gli investimenti e i dipendenti sono liberi di scegliere come utilizzare questo credito.

Oltre a migliorare l’uso dei benefit questa modalità permette al lavoratore di partecipare attivamente alle decisioni della società. Inoltre, i benefit flessibili possono essere un elemento di differenziazione importante per attrarre e fidelizzare i dipendenti.

Valutare i benefit

Quando si effettua qualsiasi investimento, è fondamentale avere obiettivi chiari legati al risultato atteso. Questo elemento non cambia nella gestione del personale. Pertanto, è essenziale comprendere come i dipendenti valutano il pacchetto dei benefit offerto dalla società.

I sondaggi sulla soddisfazione del dipendente sono una buona soluzione per effettuare tale valutazione. Essi possono fornire intuizioni che permettono di capire se l’investimento che si sta effettuando porterà il ritorno desiderato e, per migliorare la percezione del dipendente per quanto riguarda la qualità della vita sul posto di lavoro. Oppure, possono essere utili per valutare se la gestione dei benefit deve essere rivista.

 

In che modo la vostra azienda gestisce i benefit? Credi ci sia una differenza tra attrarre e trattenere i dipendenti? Seguici su Linkedin e non perdere altri interessanti articoli su questo argomento.

(Visited 72 times, 1 visits today)

Comments

comments

This post is also available in: América Latina (MX, CL, AR) Brasil Deutschland España France Nederland United Kingdom United States