Assicurarsi che il personale sia felice è diventato una priorità assoluta per molte organizzazioni e una delle ragioni principali per cui il benessere sul posto di lavoro è aumentato è perché i lavoratori hanno beneficiato del lavoro flessibile. È una situazione win-win, si aumenta la produttività per il business e generalmente si crea un posto di lavoro più sano e positivo per tutti.

Ormai i dipendenti non hanno solo bisogno di una stipendio a fine mese. Tra le altre cose, vogliono sentirsi stimati e lavorare in un ambiente che contribuisce positivamente al loro benessere.

Con così tanta concorrenza, è particolarmente importante per le aziende soddisfare queste aspettative. Per molte organizzazioni, i benefit aziendali sono fondamentali per attrarre e conservare al meglio i dipendenti.  

I benefit più comuni includono l’assicurazione sanitaria, i piani pensionistici, le ferie pagate, abbonamenti alle strutture sportive per fare attività fisica e i bonus per le performance aziendali.

Il lavoro flessibile è un benefit molto comune e come accade, tutti i dipendenti hanno il diritto di chiederlo dopo 26 settimane in un’azienda. L’impresa, quindi, ha l’obbligo legale di prendere in considerazione la richiesta. Quindi, se non stai già offrendo una tipologia di lavoro di questo tipo, potresti non essere in grado di evitarlo.

Temi una tipologia di lavoro flessibile o, contrariamente, ne vedi i benefici?

Aumenta la produttività e i profitti

Le modalità di lavoro flessibile offrono ai dipendenti maggiore libertà su come, quando e per quanto tempo lavorare.

Nel 2014, quando il governo britannico ha esteso i diritti di lavoro flessibile a tutti i lavoratori, il pensiero principale è stato quello di rendere i luoghi di lavoro “adatti al ventunesimo secolo”.

Il Dipartimento Business, Innovation & Skills ha dichiarato di voler cambiare la cultura nei luoghi di lavoro britannici.

La politica “Parenti e Amici” e la crescita economica vanno di pari passo, si dice – infatti, in questo modo, si aiutano i dipendenti ad accrescere il livello di produttività e i profitti aziendali.

Il Dipartimento Business, Innovation & Skills ha affermato che tra oltre un decennio, il lavoro flessibile potrebbe aggiungere all’economia britannica un valore di 475 milioni di sterline in termini di:

  • aumento della produttività
  • diminuzione dei tassi di turnover
  • riduzione dell’assenteismo

Il governo ha anche rivelato effetti più ampi, come la riduzione della disoccupazione e un migliore equilibrio tra lavoro e vita; migliorando in generale la salute dei dipendenti.

In che modo introdurre un lavoro flessibile

Il lavoro flessibile non consiste solo nel permettere al personale di lavorare da casa – che spesso è qualcosa di cui il management ha paura.

Nella sua sede in California, la società di media streaming, Netflix, ha deciso di smettere di segnare le ore di lavoro e le vacanze fatte. I dipendenti vengono invece misurati da ciò che effettivamente fanno, anche se, ovviamente, adotta una politica di non tolleranza per il personale che si prende delle libertà.

Netflix a parte, ci sono molti modi per offrire al tuo personale una piccola flessibilità. Ad esempio, potresti permettere loro di lavorare part-time o con orari flessibili, ad esempio dalle 10 alle 16. Oppure puoi offrire degli slot di ore lavorative, dividendo la responsabilità di un singolo incarico in due, creando un altro ruolo.

Un’altra opzione comune è quella delle “ore annuali” – dove il numero di ore di lavoro viene calcolato annualmente, ma il singolo dipendente effettua l’ammontare delle ore in modo ragionevole.

Un’alternativa è la settimana di lavoro “compressa”, per cui in una settimana standard di 40 ore si potrebbe lavorare per un tempo più breve, ad esempio, per 10 ore ogni in quattro giorni.

Le ragioni per cui non si dovrebbe avere paura di concedere una piccola flessibilità

Il lavoro flessibile è in aumento e molti datori di lavoro riconoscono che, per quanto riguarda i vantaggi del personale, una piccola flessibilità può essere utile sia per le imprese che per i dipendenti.

Spesso le imprese più grandi hanno le risorse per gestire il lavoro flessibile, ma sta crescendo anche in tutti gli altri tipi di imprese, in quanto i datori si rendono conto che può essere sfruttato per attirare talenti – e inoltre non danneggia la reputazione aziendale, anzi.

In uno studio del Chartered Business Institute quasi tutti i datori di lavoro (97%) hanno ritenuto che una forza lavoro flessibile fosse vitale per la competitività, l’investimento e la creazione di posti di lavoro in Gran Bretagna.

Tuttavia, metterlo in pratica è una questione diversa. Spesso i datori di lavoro non implementano lo smart working a causa delle difficoltà che derivano dal gestire una forza lavoro flessibile.

Ma sicuramente vale la pena considerare questa opzione se, per esempio, hanno portato benefici come:

  • Attrazione e conservazione dei talenti
  • Riduzione dell’assenteismo – per esempio, se si lascia che i dipendenti lavorino da casa, si prenderanno più raramente dei giorni per non andare in ufficio.
  • Creazione di un bilanciamento casa/lavoro – sempre più richiesto dai lavoratori e contribuisce a rendere più felici i dipendenti.
  • Aumento dell’impegno – attraverso un personale più produttivo e più fedele alla società
  • Estensione degli orari di apertura ai clienti
  • Eliminazione degli esuberi

Se tutto ciò non basta, per le piccole e medie imprese il vantaggio è ancora più grande, perché hanno l’opportunità di risparmiare sullo spazio dell’ufficio.

Quando il personale lavora da casa, non c’è bisogno di acquistare una scrivania per ogni lavoratore e ciò potrebbe far risparmiare all’azienda fino a 34 miliardi di sterline ogni anno.

Offrire tempi di lavoro flessibili può essere difficile per alcune aziende, anche se ci sono dei vantaggi da ottenere. Quindi, se non è già parte della tua azienda, non scoraggiare un membro del personale che chiede di lavorare in modo flessibile, potrebbe effettivamente portare dei vantaggi.

Stai pensando a come puoi mantenere una forza lavoro più felice e più sana? Ecco un altro modo: offri ai tuoi dipendenti la possibilità di vivere una vita più sana, attraverso l’accesso a migliaia di palestre e centri fitness di tutto il mondo. Scopri di più su Gympass.

 

 

(Visited 227 times, 1 visits today)

Comments

comments

This post is also available in: América Latina (MX, CL, AR) Brasil España France United Kingdom United States