L’obesità nelle aziende è in aumento, soprattutto negli ultimi due decenni; infatti più di un quarto degli adulti nel Regno Unito (27%) sono ufficialmente classificati come obesi. Considerando tutto questo, c’è un’elevata probabilità che qualche persona nella tua organizzazione sia obesa o in sovrappeso.
Gli esperti si sono resi conto che l’obesità e le questioni legate al peso potrebbero nuocere alla salute e aggravare sulle aziende con un costo stimato tra 6£ e 8£ milioni di sterline (dato 2015) – e questo valore continua a salire.
Ma i costi non sono limitati alle cure sanitarie: le imprese pagano anche un caro prezzo. L’obesità ha delle implicazioni in termini di costo molto elevate, ad esempio i costi che si devono sostenere sono dovuti all’assenza per malattia di lungo periodo e alla diminuzione della produttività e vi è anche un impatto negativo sul resto della forza lavoro.
Secondo l’Istituto Nazionale per la Salute e le Cure d’Eccellenza (Nizza), una persona obesa ha bisogno in media di quattro giorni in più di malattia all’anno.
La sanità pubblica inglese ha anche riscontrato dei costi significativi associati all’obesità sul posto di lavoro. Esso stima che un’impresa che impiega 1.000 persone potrebbe perdere più di £ 126.000 all’anno a causa di problemi di salute legati all’obesità, come mal di schiena.
L’obesità sta mettendo così tanta pressione sull’economia e sui servizi sanitari del Regno Unito che non c’è da meravigliarsi se le organizzazioni si stiano adoperando per affrontare il problema. Tuttavia, anche le imprese devono fare la loro parte – i dipendenti passano gran parte del loro tempo al lavoro, per cui ha senso cercare di affrontare la questione anche in azienda.

Il lavoro d’ufficio aggiunge chili al girovita

La ragione per la quale vi è un incremento del tasso di obesità è complessa, ma sicuramente una motivazione per tale aumento può essere ricercata nel fatto che nella maggior parte dei lavori d’ufficio si rimane seduti per lungo tempo.
Tutte le ultime ricerche hanno dimostrano che uno stile di vita sedentario porta gravi danni alla salute. Secondo uno studio britannico, dopo essere stato seduto per cinque ore, la circonferenza del girovita dei lavoratori è aumentata di 2 cm e per ogni ora aggiuntiva trascorsa seduti alla scrivania, il rischio di malattie cardiache è aumentato dello 0,2%.

La circonferenza della vita è un indicatore comune per l’obesità, oltre che l’indice di massa corporea (BMI) di una persona. Se il girovita misura oltre 94 cm (per gli uomini) e 80 centimetri (per le donne), si riscontra un aumento del rischio dei problemi di salute. I girovita al di sopra dei 102cm (per gli uomini) e 88cm (per le donne) sono associati ad un rischio di problemi di salute notevolmente alto.
Nel frattempo, le statistiche elaborate dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) mostrano che più di un terzo degli adulti in Europa non è sufficientemente attivo. Oltre ai posti di lavoro sedentari, ci sono altri fattori che incidono sul livello di obesità di un Paese, come una riduzione di attività fisica tra cui il ciclismo o la camminata, dal momento che la società odierna predilige sempre di più l’auto.

Come combattere l’obesità sul posto di lavoro

L’OMS raccomanda 150 minuti di attività fisica a settimana e ciò dovrebbe ridurre il rischio di malattie cardiache ischemiche di circa il 30%, il rischio di diabete del 27% e il rischio di carcinoma del seno e del colon del 21- 25%.
Inoltre, l’OMS sottolinea il ruolo dell’esercizio nell’affrontare i problemi di salute mentale, riducendo lo stress, l’ansia e la depressione. Inoltre, si dimostra che si possono ritardare gli effetti della malattia di Alzheimer e di altre forme di demenza.
Le iniziative per combattere l’obesità sul posto di lavoro comprendono gli abbonamenti in palestra, la continua gestione del peso e la presenza di wellness coaches. Tuttavia, una modifica reale e duratura dovrebbe essere introdotta attraverso una corretta cultura organizzativa.
La salute e il benessere dovrebbero essere parte integrante della cultura d’impresa, inoltre sarebbe importante offrire delle opzioni alimentari sane e promuovere l’attività fisica o semplicemente il movimento durante il giorno, ad esempio attraverso la collocazione strategica di stampanti e scomparti.
Anche in questo caso la buona comunicazione è importante. Infatti periodicamente, le comunicazioni dovrebbero affrontare tale tematica al fine di educare il personale sul tema salute e fitness, sostenendoli ed incoraggiandoli a fare attività fisica regolarmente.

Step per ridurre l’obesità al lavoro

Vengono qui di seguito riportati alcuni passaggi per ridurre l’obesità sul luogo lavoro:

  • Incoraggiare lo staff a svolgere la pausa a pranzo all’esterno, piuttosto che pranzare alla scrivania.
  • Introdurre degli abbonamenti in palestra a cui i dipendenti possono accedere a costi ridotti e incoraggiarli a frequentare le lezioni, garantendo un orario di lavoro flessibile.
  • Comunicare con il personale. Questo vuol dire anche assicurarsi che i dipendenti siano a conoscenza di tutti i benefit che l’azienda sta offrendo loro, che lo staff sia informato su come mantenersi in forma, introducendo anche programmi come Change4Life del NHS, volto ad offrire consigli in tema di diete e fitness.
  • Creare un ambiente di lavoro più sano. Questo obiettivo si può fare in vari modi, tra cui dando l’esempio e incoraggiando sfide come Race for Life o Three Peaks Challenge – tutto ciò può offrire diversi vantaggi, come promuovere il lavoro di squadra.

Le sfide che hanno come obiettivo quello di perdere peso sono un ottimo modo per controllare la forma fisica dei dipendenti. Si possono organizzare delle “pesate settimanali” e dare dei riconoscimenti se si sono raggiunti gli obiettivi prefissati. Tutto questo può essere anche molto utile per motivare il personale.

Non finire per pagare un prezzo troppo alto

Ci sono molti modi attraverso cui le aziende possono affrontare il problema dell’obesità. I vantaggi di introdurre delle iniziative volte a ridurre il problema sono innanzitutto la riduzione dell’assenteismo dovuto a malattie e da problemi legati al peso come problemi muscolo-scheletrici, malattie croniche come il diabete e le malattie cardiache, vari tipi di cancro e problemi psicologici, tra cui la depressione e l’ansia.
Tutti questi problemi di salute possono influenzare la produttività del personale e avere anche un impatto negativo sull’umore di tutti i dipendenti.
Il fatto è che le aziende non si rendono conto davvero di quanto l’obesità possa impattare sull’azienda e quanto alti possono essere i costi da sostenere.

Lotta contro il sedentarismo e le malattie croniche nella tua azienda: scopri un benefit che permette ai tuoi dipendenti di essere più attivi e di diminuire la percentuale di malattie croniche!

(Visited 42 times, 1 visits today)

Comments

comments

This post is also available in: América Latina (MX, CL, AR) Brasil España France United Kingdom United States