Mentre i CEO più attenti si rendono conto che i loro dipendenti sono la loro più grande risorsa, molte aziende non riescono a mettere al primo posto la salute della loro forza lavoro.

Meno di un datore di lavoro su dieci (8%) dichiara di avere una strategia di benessere integrata con quella di business. In altre parole, la maggior parte delle aziende affronta il problema della salute del personale semplicemente implementando iniziative che non hanno un impatto a lungo termine.

Tuttavia, non è mai stato così importante per le aziende mettere la salute al centro del loro preoccupazioni.

A quanto ammontano i costi per malattia per alcune aziende?

Se fosse necessaria una prova a sostegno dell’importanza che deve essere data alla salute del personale, uno studio del Financial Times e della compagnia assicurativa VitalityHealth hanno dimostrato che i costi per malattia sostenuti dalle aziende del Regno Unito ammontano in media a 57 miliardi di sterline l’anno in termini di perdita di produttività.

Un sondaggio condotto su 34.000 lavoratori provenienti da tutte le industrie del Regno Unito ha rivelato che i datori di lavoro britannici perdono fino a 27,5 giorni di tempo per dipendente ogni anno a causa di assenze per malattie e di sotto-performance causate da stress elevato e da mancanza di attività fisica.

I dipendenti più sani sono quelli dell’industria hi-tech, settore in cui la forza lavoro ha un numero di assenze per malattie relativamente basso (circa 19 giorni per dipendente all’anno).

Quindi, cosa rende l’industria hi-tech più produttiva delle altre? L’esercizio fisico. Il personale di questo settore è più attivo fisicamente e meno stressato.

Tutte le ricerche suggeriscono che spetta al datore di lavoro spingere la salute dei dipendenti in cima all’ordine del giorno. Dopotutto, anche i dipendenti più talentuosi possono sentirsi sotto pressione e poiché la loro produttività e i profitti dell’azienda sono legati, è importante che le organizzazioni pongano la salute del personale al primo posto.

Il benessere organizzativo è la formula vincente

Il benessere è una chiave vincente sia per il personale che per le imprese. Shaun Subel, direttore strategico di VitalityHealth, diede un grande sostegno alle iniziative sanitarie volte ad aumentare la produttività aziendale.

Adottare delle misure volte a migliorare la salute del personale permette di avere dei miglioramenti tangibili in termini di engagement e di produttività.

Inoltre, migliorare il benessere organizzativo è spesso l’opzione meno costosa tra tutte le misure disponibili volte ad incrementare la produttività. 

I fatti parlano da sé: c’è un forte legame tra il coinvolgimento del personale nei programmi di benessere organizzativo e tra salute/produttività. Ad esempio, quando un dipendente fa esercizio fisico, dorme di più ed è meno stressato, quindi riesce a raggiungere gli obiettivi.

Qual è la chiave per raggiungere il benessere organizzativo?

Implementare delle iniziative sanitarie non è sufficiente. La promozione del benessere tra il personale richiede un impegno che coinvolge i dirigenti. Quindi per far si che le politiche a sostegno della buona salute abbiano successo, è importante che i manager siano i primi ad incoraggiare l’adesione a questi programmi. 

Secondo la relazione BHW, quando i manager consentono al personale di prendere parte a programmi volti a migliorare la salute durante l’orario di lavoro, la loro partecipazione aumenta. Inoltre, si possono prevedere risultati migliori quando la direzione è coinvolta attivamente nel progetto.

Infine, sostenere programmi di benessere con piani di comunicazione pensati ad hoc per tutta la forza lavoro garantisce il successo. Quando la comunicazione è scarsa, i risultati saranno deludenti. Ad esempio, solo il 30,5% del personale di grandi aziende era consapevole che la propria società stava offrendo degli sconti particolari per gli abbonamenti in palestra.

Le imprese che investono nel benessere dei dipendenti sono premiate con una migliore produttività e maggiori profitti. Gympass è il modo più conveniente per migliorare la salute dei dipendenti dal momento che si può offrire loro la possibilità di allenarsi in un network di oltre 1.100 strutture sportive in Italia e di oltre 25.000 nel mondo. Scopri di più!

(Visited 59 times, 1 visits today)

Comments

comments

This post is also available in: Brasil España France United Kingdom United States